You are currently viewing Successo nel lavoro: una partita a scacchi

Successo nel lavoro: una partita a scacchi

Tempo di lettura: 3 minuti
Print Friendly, PDF & Email

In questo articolo ti racconto brevemente la storia di Annamaria e la sua spasmodica ricerca del fantomatico “successo nel lavoro”. Spero che tramite la lettura della stessa, tu possa evitare di commettere gli stessi errori.

Quando ho conosciuto Annamaria, la sua “avventura lavorativa” online (perché di mestiere, in realtà, faceva tutt’altro) era focalizzata sul settore make-up e sulla vendita dei prodotti di una nota azienda di network marketing.

Successo nel lavoro – L’ambizione iniziale…

Annamaria aveva voglia di affermarsi online, avere successo nel lavoro e sfruttare i social come volano per la sua seconda attività. 

Studiava tanto: investiva ore ed ore nella sua formazione e devo dire, che nei vari mesi, i risultati iniziavano timidamente a vedersi. Erano piccoli passi verso il tanto agognato successo nel lavoro che ricercava. Si faceva aiutare da una sua amica di università che studiava marketing, che le consigliava qualche timida strategia. Giorno dopo giorno, pian pianino, migliorava la sua comunicazione. La gente era incuriosita dal suo modo di fare proprio perché riusciva a creare interesse verso il suo mondo.

Nel tempo, si era fatta notare ed era stata addirittura selezionata per vari progetti paralleli in cui non era proprio la protagonista, ma che le portavano, di riflesso, tanta visibilità. Tutto questo, le aveva garantito una presenza costante in una rubrica radiofonica (di una rete locale) e diverse interviste su quotidiani e periodici della sua provincia, proprio come esperta di settore.

Successo nel lavoro – “Compagni di viaggio” sbagliati…

Sembrava andare tutto bene. Poi, però, il “diavoletto cattivo” vicino al suo orecchio destro, ha iniziato ad urlarle sempre più forte e a suggerirle strade sbagliate. “Il successo nel lavoro non è questo!” – gridava la vocina cattiva – “sei troppo lenta, hai poca visibilità, pochi guadagni, ecc…” E lei? Beh… lo ha iniziato ad ascoltare.

Amicizie sbagliate. Consigli sbagliati. Strade sbagliate… appunto.

Senza una reale motivazione, ha iniziato a fare tutta una serie di scelte poco ponderate e senza senso logico: “faccio da sola” – si diceva allo specchio – “tanto, più o meno, ho capito come si fa!”.

Annamaria ha pensato di abbandonare i vari progetti a cui partecipava perché valutati erroneamente “inutili” e soprattutto perché “voleva fare la protagonista” (perdendo tutta la visibilità di cui godeva gratuitamente, interviste sui giornali e rubriche in radio annesse).

Queste cose, si sa come vanno a finire: ti monti la testa, vuoi che tutto avvenga velocemente, segui le persone sbagliate, fai un passo più lungo della gamba, metti sgambetti qui e lì e nel giro di qualche mese, ti crolla l’intero castello. Più che il successo nel lavoro, ti ritrovi a raccogliere i cocci di qualcosa che non avevi ancora costruito.

Il declino…

Il declino ha iniziato a manifestarsi, prima lentamente, poi sempre più velocemente! Ha pensato che fosse dovuto alla sua azienda, al piano marketing, ai prodotti troppo cari, alla concorrenza, al metodo, ecc. Insomma, agli altri! Ha così deciso di cambiare prima azienda, poi prodotti, poi amicizie, infine… completamente il settore (l’inizio della fine).

Oggi è in un network sconosciuto, vende t-shirt e infradito, fa le dirette su Instagram ma ha poco seguito e pochissime vendite. È completamente scoraggiata e non riesce più a vedere nessuna via di uscita, nessuna strada che porta al successo nel lavoro. Da mesi la sua rete è praticamente ferma, azzerata, cancellata, distrutta.

In questi giorni mi ha contattato, chiedendomi di aiutarla nella sua attività online: “Antonio, non so più come fare, sto per abbandonare tutto. Non riesco a creare un team come quello che avevo qualche tempo fa, a vendere come facevo qualche mese fa. Non mi cerca più nessuno”.

Successo nel lavoro – Considerazioni e Consigli

Non fare come Annamaria. Pondera le scelte, affiancati a gente competente. Affidati a persone che “ne sanno davvero” e che possono guidarti correttamente. Evita personaggi che ti promettono successi veloci, senza investire denaro e/o tempo. O ancora, coloro che ti promettono guadagni faraonici in pochi mesi.

Ricorda che non esistono scorciatoie ma solo strade da percorrere, con il giusto metodo e la giusta strategia. Studia tanto (come aveva iniziato a fare Annamaria) e non ti fermare davanti ai primi, timidi risultati: sono il casello dell’autostrada che porta al successo nel lavoro.

Tieni a mente che ogni giorno dovrai investire del tempo sul tuo progetto, capire che non esistono azioni improvvisate e sconnesse tra loro. Il successo nel lavoro, arriva se “tutta la macchina” si muove in modo sinergico, studiato, programmato.

È un po’ come giocare a scacchi: la partita si vince mossa dopo mossa, pedina dopo pedina, studiando l’avversario, senza fretta, senza affanno. Ci vuole testa! Ci vuole intelligenza! Ci vuole strategia!

Fai clic ora qui, guarda il video e fissa la tua consulenza telefonica gratuita con me o con uno dei miei coach.

Ti mostrerò una lezione di 45 minuti e ti permetterò di fissare una data e un’ora in cui analizzerò la tua situazione e ti indicherò la giusta soluzione per te.

Alla prossima!
Antonio