You are currently viewing Sei Sopraffatto Dagli Obiettivi? Ecco Cosa Devi Fare

Sei Sopraffatto Dagli Obiettivi? Ecco Cosa Devi Fare

Tempo di lettura: 4 minuti
Print Friendly, PDF & Email

Sei sopraffatto dagli obiettivi? Succede spesso che gli obiettivi che ci siamo posti, quelli scritti in stampatello sulla nostra agenda… non si riescano a raggiungere.

Quando questo accade, vuol dire che qualcosa ci blocca. Inevitabilmente ci sentiamo affranti, delusi e viviamo tutto come una clamorosa sconfitta.

In questo articolo voglio trattare con te questo argomento perché conosco l’importanza e il beneficio (anche psicologico) che si ottiene raggiungendo un obiettivo.

Conosco esattamente cosa succede quando ti senti sopraffatto dagli obiettivi da raggiungere: li vedi lontani e ti senti soffocare.

Con gli studenti di MpowerMarketing, analizziamo questo percorso: chi è nell’Academy sa esattamente come comportarsi di fronte ad un grande obiettivo da raggiungere.

Sei pronto? Mettiti comodo e prendi appunti.

Sopraffatto dagli obiettivi? Il mio consiglio

Quello che sto per darti è un grande consiglio. Fondamentale direi.

Se in questo momento non riesci a raggiungere quello specifico obiettivo, se ti senti bloccato perché appunto stai provando e riprovando, ma non riesci mai a raggiungere quella meta… c’è una sola cosa che devi fare.

Tra te e il traguardo, inserisci un obiettivo “che sta a metà”.

Hai letto bene caro amico mio: inserire un obiettivo che abbia un termine più breve, sarà propedeutico a raggiungere quello a lungo termine.

Esempio pratico per non essere sopraffatto dagli obiettivi

Credo che un esempio pratico, possa descrivere meglio la mia idea.

Immagina di aver deciso di acquistare una nuova auto e hai deciso di comprarla in contanti. In pratica, le azioni da fare saranno quelle di andare dal concessionario, scegliere l’auto, pagarla in contanti, accendere il motore e partire!

Beh, questa sarebbe la condizione ottimane. Fantastico non avere “impegni pendenti”, come le rate da pagare ad esempio.

Ma se per varie vicissitudini quotidiane, non stai riuscendo a raggiungere questo obiettivo… che fare?

Ecco che il mio consiglio, in questo caso, “cade a fagiolo”.

Metti un obiettivo intermedio, che ti porterà all’obiettivo principale.

Tipo: stabilisci una soglia temporale, che ti permetta di generare una cifra tale da poter andare in quel concessionario e lasciare un acconto per “bloccare” l’auto.

L’importanza di raggiungere il primo obiettivo

Il fatto di inserire tra noi e il grande obiettivo, uno più piccolo da raggiungere nell’arco di un determinato tempo (evidentemente inferiore rispetto alla meta generale), sarà una molla fantastica per poter raggiungere l’obiettivo finale.

Poter “spuntare” o inserire un semplice “OK” sull’obiettivo intermedio raggiunto, ripaga psicologicamente ed è stimolante per raggiungere il traguardo finale.

Nell’esempio precedente? Beh… saldare per intero, l’auto dei nostri sogni.

Nella stessa misura in cui avanziamo verso il nostro obiettivo, troveremo appagamento e felicità.

Mohandas Gandhi

Per non farti sopraffare scrivi micro obiettivi

Tieni bene a mente che quando non riesci a raggiungere un obiettivo, non devi interpretare male la situazione: NON è necessariamente un fallimento!

Sicuramente stai facendo delle azioni che in quel momento non ti permettono di raggiungere totalmente il tuo obiettivo.d

Devi porti quindi, degli obiettivi più facilmente raggiungibili.

Ti trovi in una situazione di partenza e vuoi arrivare alla tua meta.

In mezzo ci sono delle azioni da fare.
Bene, queste azioni ti porteranno a raggiungere micro obiettivi.

Come vedi non ti ho detto che stai sbagliando obiettivo o che quello che ti sei posto sia irraggiungibile. Ti ho dato una soluzione che ti permetterà di procedere verso la tua meta, senza esserne sopraffatto.

“Quando ti rendi conto di voler raggiungere degli obiettivi, non abbassare il tiro, ma agisci diversamente per raggiungerli”

Frank Tibolt

Festeggia e sii grato per i micro obiettivi raggiunti

Come ti anticipavo prima, quando raggiungi un obiettivo presente sulla tua agenda, evidenzialo con un bel colore, spuntalo con una stellina o mettici un bell’OK vicino, in modo che possa ricordarti il tuo TRIONFO.

SII GRATO anche per il raggiungimento di un micro obiettivo, perché quello è un gradino importantissimo: quello che ti avvicina alla meta.

Mi raccomando: se lavori in squadra, complimentati e ringrazia i tuoi colleghi o collaboratori. È anche merito loro se ti stai avvicinando al grande obiettivo.

Sei sopraffatto dagli obiettivi quando non prendi una pausa

Questo è un altro aspetto importante.

Non dobbiamo farci schiacciare dal nostro obiettivo, al punto da esserne ossessionati.

Ho sentito storie di persone che per cercare di raggiungere i loro obiettivi, hanno rovinato il rapporto con le famiglie, gli amici e i parenti.

Persone che agendo senza metodo, correvano tutto il giorno come “trottole impazzite”, perdendo gran parte del tempo in azioni inutili e finendo per stressarsi a tal punto da stare male.

Ricordati di mettere nella lista delle cose da fare, il tempo per una pausa rigenerante. Per rilassarti, per stare con le persone che ami, per leggere un buon libro.

Ricorda che anche le migliori auto da corsa, devono fermarsi ai box durante una gara (altrimenti non arriverebbero al traguardo).

Conclusioni

Spero di averti dato dei consigli preziosi anche in questo articolo.

Adesso hai ben chiaro come fare per non essere sopraffatto dagli obiettivi da raggiungere. Sono sicuro che già stai pensando ai micro obiettivi, quelli di breve termine, che metterai tra te e il tuo grande obiettivo.

Ricordati di:

  • Scrivere sulla tua agenda i micro obiettivi
  • Spuntare ogni micro obiettivo raggiunto, sottolinearlo in maniera evidente, così da poterlo notare “a colpo d’occhio”
  • Essere sempre grato per ogni risultato raggiunto
  • Ringraziare continuamente i colleghi e collaboratori
  • Ritagliare del tempo per te, per ricaricare le batterie

Ora hai tanti spunti per iniziare un nuovo percorso verso il tuo obiettivo senza farti sopraffare da ansie o paure.

Leggi anche “Mentalità aziendale: come migliorarla in 4 step”

Se vuoi scoprire tutti i segreti per agire nel modo corretto e fissare obiettivi concreti, raggiungibili e misurabili sai cosa fare: in MpowerMarketing ti insegnerò tutto, step by step.

Ti svelerò tutti i segreti per evitare di sbagliare, per non perdere tempo inutilmente. Ti guiderò e sarò sempre al tuo fianco.

Fai clic qui, guarda la prima video lezione di circa 45 minuti (completamente gratuita) e fissa la tua prima consulenza telefonica con me o con un membro del mio staff.

È quello che ti serve per iniziare un percorso che porterà te e la tua azienda al successo.

E ciò che ti permetterà di raccogliere le prime vere soddisfazioni professionali e personali.

Proprio come succede con tutti i miei studenti iscritti a MpowerMarketing.

Ti aspetto in Academy!

Alla prossima!
Antonio